Piano Ruggio: -5° a luglio 2014

Dai -16 gradi di gennaio ai -5 gradi di luglio 2014, a Piano Ruggio per sette mesi, la temperatura più bassa è stata sempre con segno meno.

Nulla da stupirsi per i mesi invernali, con i -15,7 gradi registrati il 7 gennaio, ma c’è da meravigliarsi per i -3,6 gradi del 7 maggio, dei -2,5 gradi del 2 giugno, e dei -4,9 gradi registrati l’8 luglio.

Certo, tutto in linea con la pazza estate del 2014, ma dati così negativi non si immaginavano.

La stazione di Piano Ruggio rientra nel Progetto Pollino, portato avanti con non pochi sforzi, in maniera gratuita,  dall’Associazione Meteo Basilicata e da Meteoweb, che continuano a investire sul Progetto nonostante i molteplici furti delle stazioni meteo.

06. luglio 2014

Tutti i dati sono consultabili gratuitamente nel forum dell’Associazione Meteo Basilicata

Ritorno al nevaio del Pollino

In una stagione così avara di freddo e neve, il massiccio del Pollino è riuscito ancora una volta a sorprenderci. Tanta neve, ma soprattutto una neve fantastica da sciare. Oggi con Renzo abbiamo salito la panoramicissima cresta nord del Monte Pollino, fatto visita al nevaio, per poi scendere la spalla Nord, una delle nostre preferite in discesa con gli sci. Tempo stupendo, caldo ma non troppo, ma soprattutto tanta bella neve, facile e veloce, sia in salita che in discesa. Spettacolo!!!

nevaio_pollino_30 marzonevaio_pollino_30 marzo1

Dolcedorme: dove osano le aquile

Doveva essere una classica e tranquilla uscita domenicale ma in realtà già dalla meticolosa preparazione del giorno prima avevo capito che Serra Dolcedorme sarebbe stata la meta scelta.

E’ così nella giornata perfetta, metereologicamente parlando, il gruppo Pollino ha affrontato la lunga e difficile escursione che ci ha portati fin sopra i 2267 mt di Serra Dolcedorme, la vetta più alta del Parco Nazionale del Pollino.

Qui è dove osano le aquile, qui si è sospesi tra cielo e terra, in cui l’unico obiettivo è mantenere la concentrazione nei difficili e stretti passaggi per arrivare e superare la cresta innevata.

Dolcedorme pendio nordQui la maestosità della natura è suprema, dove tutto sembra esser miniziosamente piccolo.