Dentro l’autunno nel Pollino

A Piano Ruggio il cielo è azzurro, il paesaggio è rosso, la mia anima in pace.

 

L’autunno visto dalle Ciavole

Il mio autunno visto da Serra delle Ciavole (2.130 mt).

Serra delle Ciavole

Con Umberto, Renzo e Nunzio  compiuto un lunghissimo anello intorno e lungo la bellissima Serra delle Ciavole.
Nel primo tratto abbiamo impegnato il percorso di lago Fondo, la Rueping fino a Casino Toscano. Poi percorrendo una bellissima anche se poco conosciuta mulattiera che passa per la sorgente Raganella abbiamo raggiunto Piano di Fossa dopo aver riempito le bottiglie alla sorgente Sciogliaturo. Siamo poi saliti a Serra delle Ciavole dalla panoramicissima cresta sud. Discesa traversando la lunga cresta Nord fino alla Grande Porta per poi scendere a piano Iannace ed imboccare nuovamente la Rueping fino al percorso di lago Fondo.
22km percorrendo alcuni tracciati che stanno scomparendo, forse perché non meritano l’appellativo di “Itinerario di particolare valenza”. Fantastica escursione tra i colori caldi autunnali.

testo articolo di Giovanni Stimolo, foto di Umberto Genovese

L’autunno è sul Pollino

Rapida ma fantastica uscita sulla lunga cresta di Serra del Prete (2.181 mt) da dove si gode di uno tra i migliori panorami dell’intero Parco Nazionale.

Qui è già autunno, qui i colori sono già surreali.

Monte Pollino da Serra del Prete

 

Foto di U.Genovese

Il Nevaio su Radio3Scienza: sintesi

Ecco la sintesi del racconto del Nevaio del Pollino avvenuto a Radio3scienza il 20 settembre 2014 in occasione di Materadio la festa di Radio3.

Ospiti Enzo Scasciamacchia (Associazione Meteo Basilicata), Luigi Bloise (Geologo Ente Parco Nazionale del Pollino), Luca Mercalli (meteorologo e climatologo).

Ancora Piviere Tortolino

Era il 16 settembre del 2012 quando durante una delle nostre escursioni su Serra delle Ciavole abbiamo incontrato e fotografato questo simpatico volatile: il Piviere Tortolino.

Piviere Tortolino Pollino

Ignoravamo la specie e solo dopo con l’aiuto di El Indio abbiamo constatato che si trattava di una specie di grande interesse dal punto di vista conservazionistico. Il Piviere Tortolino, un migratore per eccellenza, che sverna in Africa settentrionale, centrale e Medio Oriente, rarissimo in Italia e nidificante solo occasionale. Le altissime montagne che circondano Livigno, in Lombardia, oltre a una piccola area sui Monti della Maiella, in Abruzzo, sono gli unici due siti di nidificazione accertati, per una specie che sceglie il nostro Paese molto raramente, per costruire il nido.

“Colpa” di esigenze ecologiche piuttosto complesse, prima tra tutte la necessità di avere buona disponibilità di cibo nonostante le quote elevate. (Cit.www.uccellidaproteggere.it).

Piviere Tortolino Pollino Piviere Tortolino Pollino 1L’anno scorso, lo abbiamo avvistato nuovamente a fine Agosto durante una nostra uscita sulla Via dell’infinito che porta al Dolcedorme. In quell’occasione però non siamo riusciti a fotografarlo. Quest’anno, e più precisamente il 14 settembre lo abbiamo avvistato su monte Pollino e più tardi anche fotografato su Serra Dolcedorme. Si trattava di un nutrito gruppo di una ventina di individui. Visto il periodo, molto probabilmente è solo di passaggio per andare a svernare in Africa, ma chissà un domani potrebbe anche scegliere le vette del Pollino per nidificare.

Noi ne saremmo felicissimi!