-20,7 gradi a Piano Ruggio

I flebili episodi invernali di questa stagione non hanno lasciato molto spazio alla cronaca. Ma le stazioni del Progetto Pollino hanno continuato la rilevazione, inanellando mese su mese, temperature degne di nota.

E’ il caso dei -20,7 gradi C registrati a Piano Ruggio (1535 mt) il 19 gennaio 2016!

-19_PianoRuggioGli episodi favorevoli al freddo in questo inizio del 2016 sono stati ai minimi termini, ma quando si sono verificate le condizioni meteo-climatiche, le conche carsiche monitorate hanno risposto con picchi di temperatura estremi.

CONTESTO METEOROLOGICO: l’unica colata fredda attualmente registrata nel 2016 ha portato neve a bassa quota in molte località del sud. Copiose nevicate si sono abbattute sul Pollino tra il 15 ed il 16 gennaio. In Basilicata si sono registrate minime di -5 gradi a 500 mt. nei giorni successivi.

3ANALISI DEL FREDDO: L’arrivo del freddo da est del 15-16 gennaio 2016 ha preparato il terreno affinchè la conca potesse essere sollecitata per generare estremi di temperatura. Appena il fronte gelido è transitato, ed i venti e le nubi hanno lasciato spazio al cielo sereno,  si sono innescati quei meccanismi che hanno portato al reffreddamento  della dolina di Piano Ruggio. Ed è proprio in questo lasso di tempo che si è registrato il valore di -20,7 gradi C, con una perdita di 10 gradi in otto ore.

-20.7_piano_ruggioL’avanzare di una pertupazione atlantica carica di umidità ha disturbato tali meccanismi, stoppando la discesa della colonnina. Proprio la perturpazione atlantica attraversando i freddi bassi strati, invece, ha favorito le nevicate a bassa quota sul Pollino dalla tarda mattinata del 19 gennaio.

19_gennaio_2016Non ancora disponibili i dati relativi alle stazioni di rilevamento del Nevaio del Pollino (2.225 mt) e dei Piani del Pollino (1.777 mt)

Tutti i dati completi disponibili per i soci dell’Associazione Meteo Basilicata.

Un pensiero su “-20,7 gradi a Piano Ruggio

  1. Pingback: A Piano Ruggio si torna a registrare | Naturalmente Pollino Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.