Prende vita il Progetto Piani del Pollino

Il 23 ottobre 2011 ai Piani del Pollino, al confine tra Basilicata e Calabria, è stata installata una stazione meteo per il monitoraggio microclimatico.

Quest’ultima installazione, avvenuta a 1777 metri di altezza, rientra nel più vasto Progetto Pollino, che conta già due stazioni meteo: una a Piano Ruggio e l’altra in prossimità del nevaio del Monte Pollino. Il Progetto Pollino coinvolge due delle più importanti associazioni meteo del Sud Italia, ovvero, l’Associazione Meteo Basilicata e l’Associazione  MeteoWeb che, per la prima volta, hanno confluito i loro sforzi per rafforzare il monitoraggio termo-igrometrico nell’area protetta più vasta d’Italia.

Come ci spiegano i responsabili del progetto “attraverso questo monitoraggio si studiano i meccanismi che portano ai fortissimi raffreddamenti delle doline di origine carsica, fenomeno ancora poco conosciuto dalla scienza”.

Si sostiene che ai Piani del Pollino, in particolari condizioni atmosferiche, si vengano a creare dei veri e propri cuscinetti di aria fredda, che portano la temperatura a valori estremamente rigidi, come ad esempio gli straordinari e sorprendenti -29,4° già registrati a Piano Ruggio nel gennaio del 2010.

Così dopo aver inizialmente analizzato le aree attraverso dei rilievi orografici e meteorologici, si è deciso di installare una sofisticata strumentazione, il datalogger Hobo-Onset PRO V2 (utilizzato anche nel programma nazionale ricerche in Antartide), che consente di acquisire dati di temperatura, umidità relativa e temperatura di rugiada dell’area, con campionamento pari a 10 minuti.

Il Progetto è stato interamente autofinanziato dai soci delle due Associazioni che con il loro impegno cercano di garantirne la massima visibilità.

I dati che vengono scaricati periodicamente ed analizzati in un secondo momento saranno consultabili gratuitamente sui portali www.meteobasilicata.it e www.meteoweb.it

Un pensiero su “Prende vita il Progetto Piani del Pollino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.