Al Rifugio De Gasperi… a Piano Ruggio

E’ trascorsa un’altra estate ma il Rifugio De Gasperi ancora non è entrato in funzione. Il rifugio posto a Piano Ruggio a 1535 mt è un punto di rifermento dei frequentatori del Massiccio, un bel danno soprattutto d’immagine per il Pollino, poichè sono molte le testimonianze di disagio raccolte.


All'esterno sembra esser pronto.

Sempre a Piano Ruggio ci spostiamo ai piedi del sentiero più battuto del Pollino, quello del Belvedere del Malvento, un percorso adatto a tutti che sicuramente rappresenta il primo approccio per i neo frequentatori del Pollino.

Anche qui un’insegna sbiadita dal tempo ci da il benvenuto.

Insomma ci sarebbero tante cose da mettere a posto… e allora torniamo sui nostri passi godendoci il paesaggio: si questo si che è uno spettacolo.

Aggiornamento, estate 2016 -> Riapre il Rifugio De Gasperi a Piano Ruggio

 

23 pensieri su “Al Rifugio De Gasperi… a Piano Ruggio

  1. Beh caro Domenico le tue immagini parlano da sole… in molti si sbattono per centrali, vie asfaltate, polifunzionali e quant’altro ma nessuno dico nessuno ha mai alzato un cartello per tale negativo quanto vergognoso biglietto da visita del nostro Parco…e poi tutti a fare tavole rotonde sull’ecosostenibilità e lo sviluppo che il Parco può dare al nostro territorio…ma andassero aff….lo!!!! Un abbraccio Domè…sempre in gamba. A presto.

  2. Meno male che il paesaggio ripaga. Ma le lotte contro gli abusi sul territorio bisogna continuarle a fare per preseravare il parco.

  3. è vergognoso che il bel De Gasperi, uno dei, giustamente, pochissimi rifugi in alta quota del Pollino, venga tenuto chiuso da incapaci amministratori e rappresentanti istituzionali del nostro territorio e strumentalizzato per losche politiche clientelari e subdoli giochi di potere.
    per fortuna il Pollino e chi lo apprezza vivono della sua bellezza, ma questo potrebbe non bastare.

  4. Io non capisco come si fa a costruire una struttura cosi’ brutta e di cattivo gusto in un parco cosi’ bello! Orrore!! A dir “bel” ci vuole davvero coraggio! Meglio il nulla allora!

  5. Il rifugio De Gasperi ha riaperto con una nuova gestione, noi siamo stati ospitati nel migliore dei modi.
    A me è sembrato che l’incompetenza è da parte della direzione dell’ente parco che non sono aggiornati e danno notizie che disincentivano il turismo nel magnifico parco!

  6. Ciao Simone, grazie per la segnalazione.

    Ps. noi non siamo l’Ente Parco e l’articolo si riferisce al 2010 😉

  7. Peccato che alla sede del Parco a Rotonda il giorno 16 agosto 2011 mi è stato detto che era chiuso e che nel parco non c’erano sentieri praticabili, dovevo camminare solo su strada.
    Se questo vi sembra normale in un Parco Nazionale…

    Alla prossima,
    Arrivederci.

  8. Anche noi siamo stati accolti benissimo dalla nuova gestione del Rifugio De Gasperi, marito e moglie gentilissimi… Era l’8 agosto, il rifugio aveva riaperto da appena 3 giorni e all’ente parco non ne sapevano nulla…
    E anche per noi l’esperienza della visita all’ente parco di Rotonda è stata piuttosto frustrante… Appena entrati ti viene detto che camminare da soli nel parco è assolutamente sconsigliabile, perciò è praticamente obbligatorio ricorrere alle guide. Inoltre, ti viene fatta una lezione di un quarto d’ora sui pericoli mortali del Parco (vipere). Cartine non ne esistono. Noi abbiamo comunque attraversato da soli il parco, i sentieri sono segnati pochissimo o nulla, il rischio di perdersi è concreto se non si conosce il territorio, più volte abbiamo dovuto usare la bussola. Non si capisce cosa costerebbe tenere tracciato almeno un sentiero o due in modo da poter mandare tranquillamente i turisti senza guida… In compenso il parco è meraviglioso ma è frustrante vedere lo stato in cui versa. Ciao!

  9. Grazie F. per il tuo commento.
    Ma il rifugio è aperto solo bar o anche ristorante?

    Per quanto riguarda gli altri punti… sono problemi ben conosciuti e segnalati da molti, ottimo parlarne ancora una volta!

  10. Salve.
    Vorremmo trascorrere l’intera giornata di domenica 30 ottobre da voi in pensione completa comprensiva di pernottamento e partenza il 31 mattina.
    Siamo marito, moglie e bambino di 8 anni.
    La cosa è fattibile? Quanto spenderemmo?

    Cordialità.
    Giorgio Primiceri (Lecce)

  11. Cortesemente, qualcuno sa se c’è un sito web o altro on line sul Rifugio De Gasperi ? Grazie.

  12. per favore le persone che sono state al rifugio de gasperi l’8 agosto 2011 e che hanno constatato la sua riapertura potrebbero darmi i conattai telefonici del rifugio perchè quelli presenti su internet risultano non veri.

    grazie mille

  13. Sono un socio del Cai Umbro e guida escursionistica, conosco bene il Pollino, sono passato in quasi tutto il Parco con gruppi e stranieri, è meraviglioso, ma mi chiedo ancora oggi come si può costruire una cosi orribile struttura, spenderci soldi per rimetterla in piedi, verniciarla, per poi tenerla chiusa, è assolutamente schifoso, inoltre ho anche scritto al comune di Viggianello chiedendo quando avrebbero pensato di riaprire ma senza alcuna risposta, quindi in conclusione mi chiedo!!!! Evidente che non si vuole concludere..,, perché voi eccellenti signori amministratori del Parco non ci mettete un FINE!! Ci provate gusto a ricevere tutte queste opinioni negative?? Ma si può essere cosi indifferente ad un bene comune?? Ma questo è il meraviglioso paese, getto il sasso e nascondo la mano, grazie..

  14. Ciao Enrico, innanzitutto grazie per aver lasciato il tuo commento qui.
    Mi fa piacere inoltre leggere CAI Umbria, poichè oramai risiedo a Perugia da anni. La mia seconda casa.

    Come avrai notato l’articolo è di ben 5 anni fa. Da allora nulla è cambiato e tutto tace. Il silenzio vige e nessuno pare essere interessato.
    Sull’obbriobriosità della struttura non saprei che dirti, da quand’ero piccolo l’ho sempre visto così. Cemento armato e di color bianco anzichè il giallo odierno. Col il funzionamento nemmeno mi è andata tanto bene, poichè, sono più gli anni che l’ho visto chiuso che in funzione.

    Di certo un grave danno per il territorio e per i turisti.
    Chissà se questi ultimi messaggi solleciteranno qualche risposta.
    Ciao!

  15. Ciao a tutti,
    ma sullo stato dell’Arte del Rifugio esistono notizie ufficiali da parte dell’Ente Parco o del Comune di Viggianello (è in quel territorio comunale, giusto …?) ?

    Ci sono dei finanziamenti pubblici su lavori privati o si tratta di un appalto pubblico, in merito al quale sarebbe ben possibile avere qualche informazione in più?

    Non è possibile che il rifugio rimanga ancora in quelle condizioni … è indecente!

    Un caro saluto!

  16. Ciao Luca grazie per il commento.
    Come scrivevo in precedenza, sono anni ormai che non si sa nulla. O meglio notizie ufficiali non ce ne sono per cui ufficialmente non si sa il motivo per cui non si terminano i lavori, oppure, se i lavori sono terminati e non si apre per qualche altro motivo.
    Da quello che si sempre saputo, il Rifugio è di proprietà del comune di Viggianello che per appalto pubblico ha affidato i lavori.
    A presto!

  17. SIAMO AFFEZIONATI AMMIRATORI DEL POLLINO FIN DAGLI ANNI 80 ED IL RIFUGIO DE GASPERI E’ NELLA NOSTRA MEMORIA INSIEME ALLE INDIMENTICABILI SERATE TRASCORSEVI, SPESSO CON I DIVERSI GESTORI SUCCEDUTISI NEL (LUNGO) TEMPO TRASCORSO. TUTTI UNITI DA GENTILEZZA, DISPONINìBILITA’ E SIMPATIA FUORI DEL COMUNE. E DALLA PERENNE LOTTA CONTRO LE VARIE CONSORTERIE LOCALI SEMPRE IMPEGNATE AD OSTACOLARE E DANNEGGIARE LA LORO ATTIVITA’, RIFERIMENTO INSOSTITUIBILE PER GLI AMANTI DI QUEL PARADISO. O FORSE PROPRIO PER QUESTO?! AI PRETENZIOSI Radical chic KE STORCONO IL NASINO PER L’ESTETICA DELLA STRUTTURA, TRA L’ALTRO ULTRACINQUANTENNE, SUGGERIREI SEMPLICEMENTE DI STARNE LONTANI E DI FREQUENTARE POSTI PIU’ CONSONI ALLA LORO SENSIBILITA’ E RAFFINATEZZA. LASCIASSERO A NOI ROZZI E PRIMITIVI ARBORICOLI, LA LIBERTA’ DI GODERCI SIMILI ORRORI.

  18. SIAMO AFFEZIONATI AMMIRATORI DEL POLLINO FIN DAGLI ANNI 80 ED IL RIFUGIO DE GASPERI E’ NELLA NOSTRA MEMORIA INSIEME ALLE INDIMENTICABILI SERATE TRASCORSEVI, SPESSO CON I DIVERSI GESTORI SUCCEDUTISI NEL (LUNGO) TEMPO. TUTTI UNITI DA GENTILEZZA, DISPONINìBILITA’ E SIMPATIA FUORI DEL COMUNE. E DALLA PERENNE LOTTA CONTRO LE VARIE CONSORTERIE LOCALI SEMPRE IMPEGNATE AD OSTACOLARE E DANNEGGIARE LA LORO ATTIVITA’, RIFERIMENTO INSOSTITUIBILE PER GLI AMANTI DI QUEL PARADISO. O FORSE PROPRIO PER QUESTO?! AI PRETENZIOSI Radical chic KE STORCONO IL NASINO PER L’ESTETICA DELLA STRUTTURA, TRA L’ALTRO ULTRACINQUANTENNE, SUGGERIREI SEMPLICEMENTE DI STARNE LONTANI E DI FREQUENTARE POSTI PIU’ CONSONI ALLA LORO SENSIBILITA’ E RAFFINATEZZA. LASCIASSERO A NOI ROZZI E PRIMITIVI ARBORICOLI, LA LIBERTA’ DI GODERCI IN PACE SIMILI ORRORI. CI RIUSCIREMO MAI?

  19. Buongiorno,
    non so chi ha in gestione il ristorante adesso ma devo purtroppo scriverne una recensione negativa. A luglio 2016 in visita a piano Ruggio, abbiamo chiesto al ristorante di mangiare qualcosa alle 15,15 circa quando ormai la cucina era chiusa e cortesemente hanno accettato e ovviamente ci siamo accontentati di quello che era rimasto: un po’ di antipasti… Non mi è sembrato di avere mangiato in abbondanza onestamente e per i 5 piatti di antipasti che ci hanno portato: un po’ di affettato, di formaggi, di zucchine, fiori di zucca e non ricordo qual’era l’ultimo, abbiamo speso 50 euro + altri 43 euro (per altre cose il cui prezzo ci sembrava corretto). Ovviamente per una porzione normale di antipasti e se uno assaggia prodotti locali, credo che 10 euro sia giusto, ma per le porzioni scarse e avendo mangiato 2 fette di prosciutto, 2 di formaggio e delle zucchine mi pare che abbiano esagerato…

  20. Ciao Mariano, credo che questo non sia il posto giusto per lasciare la tua recensione in quanto in questo spazio si parla di altri temi e non credo mai che i gestori leggeranno il tuo commento. Se hai qualcosa da lamentare ti consiglio di farlo direttamente alla struttura, sono convinto che ti darebbero le giuste spiegazioni e ti inviterebbero nuovamente a passare da loro per chiarire con dei buoni piatti locali.
    Invece, ciò che è importante estrapolare dal tuo commento, è la notizia positiva della nuova apertura del Rifugio De Gasperi dopo 6 anni da questo post. A presto.

  21. Pingback: De Gasperi a Piano Ruggio | Naturalmente Pollino Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.