Neve ai Piani del Pollino

Guardare è facile, vedere è un arte!

Pini Loricati ai Piani del Pollino 1900 mt. Sulla destra il Monte Pollino (2248 mt) e Serra del Prete (2181 mt)


Tramonto a sud-ovest

Uno spettacolare tramonto nel Parco Nazionale del Pollino. Siamo a Castelluccio Superiore nella Valle del Mercure.

Sulla sinistra le sagome dei monti tirrenici Monte La Destra (1291 mt), Monte Ciagola (1463 mt) e monte Gada (1264 mt).

Il duro inverno a Serra delle Ciavole

Immortali Pini Loricati, che affrontano il duro inverno a Serra delle Ciavole 2127 mt.

Amara terra mia, amara è bella

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Biagiod (@bbiagiod) in data:

Neve Pollino, gennaio positivo

Torna la neve nel Parco Nazionale del Pollino e gennaio 2019 torna ad essere un mese positivo in termini precipitativi.

Gli episodi nevosi avuti a gennaio scorso sono nettamente cresciuti rispetto gli ultimi anni, infatti, bisogna tornare al 2015 per ritrovare simili circostanze.

Ciò che dovrebbe essere la normalità, si ritrova ad essere l’eccezionalità, sopratutto in seguito alle anomalie precipitative avute negli ultimi 4 anni. Ora possiamo dirlo con certezza, l’inverno quest’anno è tornato a gennaio!

La positività di quest’anno è ben osservabile soprattutto a Piano Pedarreto a 1380 mt in cui l’accumulo nevoso è tornato ad essere continuo e significativo con un picco massimo di 60 cm al suolo. Gennaio 2019 chiude con 23 giorni con manto nevoso al suolo, rispetto i soli 5 giorni del 2018!

Piano Ruggio a 1535 mt torna ad essere il pianoro innevato che conoscevamo, con una coltre nevosa abbondante e consistente! Picco massimo di 76 cm di neve, con 13 giorni di episodi nevosi rispetto i soli 5 giorni di episodi registrati nel 2018.

Gennaio positivo quindi, ed in attesa di altra neve, febbraio inizia con una riserva non indifferente.

Matera, caput europae

Matera, Capitale Europea della Cultura 2019.

È il tuo momento, è il tuo giorno, è il tuo anno! Da vergogna a orgoglio!

In bocca al lupo Matera.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Biagiod (@bbiagiod) in data: